Repository maschile o feminile?.. decidiamo insieme

Federico Nebiacolombo federico.nebiacolombo at softeco.it
Mon May 29 02:44:31 CDT 2006


Complmenti ad Andrea alias walkietalkie per la sensibilita' linguistica.
Vediamo di trovare delle risposte insieme ai problemi sollevati:

> nostra lingua lo richiede, proporrei di usare sempre il maschile,
> oppure a
> discrezione ciò che suona meglio per analogia con il termine equivalente

La scelta di usare sempre il maschile non mi sembra la migliore, nel caso
ad esempio del termine 'directory' suona decisamente meglio 'la directory'
rispetto a 'il directory' che ha il sdapore dell'italiano 'il direttorio'
(termine che ricorda di piu' un organo direttivo piuttosto che un buon
'folder'!).

Capisco che sia un argomento prevalentemente soggettivo, ad ogni modo,
evitando di
chiedere un parare all'accademia della crusca
(http://www.accademiadellacrusca.it/)
ecco la mia proposta nella quale vi invito ad esprimere preferenze o meno in
modo
da decidere entro giovedi' sera (venerdi' e' festa) qualcosa:

repository -> la repository - favorevole: nebiac
           -> il repository - favorevole: walkietalkie ?

file       -> il file -favorevole: tutti ? il femminile e' veramente
improponibile

directory  -> la directory -favorevole: nebiac
           -> il directory -favorevole: ?

socket     -> la socket    -favorevole: nebiac (anche se il maschile non e'
male)
           -> il directory -favorevole: ?

Ricrodiamoci che in tempi di 'quote rosa' (per chi segue un minimo la
politica) scegliere sempre il
maschile potrebbe crearci dei problemi  :-)

buona giornata
e grazie a tutti
Federico Nebiacolombo

> nella nostra lingua (io direi, ad esempio, "la directory", "il
> repository",
> "il file", "il socket", ecc... ecc...).
>


> -----Messaggio originale-----
> Da: Andrea Laforgia [mailto:a.laforgia at gmail.com]
> Inviato: venerdì 26 maggio 2006 20.51
> A: Alessio Spadaro; Federico Nebiacolombo
> Cc: Svn-It-mail List
> Oggetto: Re: R: Citazioni
>
>
>     <quote>Se il C fornisce corda a sufficienza per impiccarti, pensa a
>     Subversion come una sorta di magazzino di corda.</quote>
>         —Brian W. Fitzpatrick</para>
>     </blockquote>
>
> Penso vada bene, anche se tradurrei con "magazzino di corde".
> Volevo solo lanciare una raccomandazione: ho notato che alcuni di voi
> scrivono, ad esempio, "la repository".
> Occhio al fatto che in inglese non esiste maschile e femminile per gli
> oggetti (tranne per "ship" che la tradizione marinaresca in
> alcuni contesti
> personifica usando il femminile), quindi se si vuol lasciare
> alcuni termini
> in lingua originale per comodità (vedi appunto "repository") e dovendo
> necessariamente dotarli di un genere, nella traduzione italiana,
> perché la
> nostra lingua lo richiede, proporrei di usare sempre il maschile,
> oppure a
> discrezione ciò che suona meglio per analogia con il termine equivalente
> nella nostra lingua (io direi, ad esempio, "la directory", "il
> repository",
> "il file", "il socket", ecc... ecc...).
>
> Vado avanti con la traduzione della mia parte ;-)
>
> Andrea
>
> ----- Original Message -----
> From: "Alessio Spadaro" <alessio.spadaro at finservice.com>
> To: "Federico Nebiacolombo" <federico.nebiacolombo at softeco.it>
> Cc: "Svn-It-mail List" <svn-it at red-bean.com>
> Sent: Friday, May 26, 2006 2:35 PM
> Subject: Re: R: Citazioni
>
>
> Federico Nebiacolombo wrote:
> > ummm..cosa intendi per citazioni?
> > Capisco che siano frasi riprese da altri contesti,
> > dovrebbero essere traducibli.
> > E' una domanda teorica o hai degli esempi ad esempio nel pezzo che stai
> > traducendo?
> >
> La mia parte inizia con la seguente citazione:
> <blockquote>
>       <para><quote>If C gives you enough rope to hang yourself, think
>         of Subversion as a sort of rope storage facility.</quote>
>         —Brian W. Fitzpatrick</para>
>     </blockquote>
>
> che pensavo di tradurre riportando entrambe, giusto perchè venga
> mantenuto in modo sicuro lo spirito della frase originale.
>
> <blockquote>
>       <para><quote>If C gives you enough rope to hang yourself, think
>         of Subversion as a sort of rope storage facility.</quote>
>     <quote>Se il C fornisce corda a sufficienza per impiccarti, pensa a
>     Subversion come una sorta di magazzino di corda.</quote>
>         —Brian W. Fitzpatrick</para>
>     </blockquote>
>
> Che dite?
>
> Ciao,
>     Alessio
>
> _______________________________________________
> svn-it mailing list
> svn-it at red-bean.com
> http://www.red-bean.com/mailman/listinfo/svn-it
>
>
>







More information about the svn-it mailing list